Alfa Romeo 75 IMSA

Si fa avanti una nuova sfida, una nuova scommessa, quella di realizzare alcune parti delle sospensioni per un progetto a più mani. Si tratta della replica della Alfa Romeo 75 IMSA .

Le foto raccontano la costruzione dei braccetti sospensioni anteriori; questa vettura era nata fine anni 80, per gareggiare nel campionato statunitense IMSA ( International Motor Sport Association ) ma nella sua carriera ha partecipato in molti ambiti.

Questo mostro rosso come un pomodoro San Marzano, ai suoi tempi pesava scarsamente 960 kg e la sua potenza poteva raggiungere i 400 CV a seconda di quanto era inkazzata la mattina appena sveglia.

Larga, esagerata, piena di appendici aerodinamiche, oggi sarebbe erroneamente definita tamarra; in realtà è l’espressione della tecnologia di allora, e ancora valida.

La belva non è ancora finita ma è possibile vedere le fasi di allestimento di un progetto maniacale; il costruttore è infatti un perfezionista come raramente si vede oggi nel settore. Complimenti a lui.

I triangoli sono realizzati in acciaio al cromo, copiando con fatica vecchi pezzi originali Alfa Romeo Corse ricostruendo la dima di realizzazione con foto, quote e disegni dove è stato possibile. L’assemblaggio è effettuato esclusivamente con saldature a tig.

Altri lavori:

Riparazione cerchio Giulia Quadrifoglio

Riparazione carrozzeria Porsche Cayenne

Riparazione sponda sollevabile